• Home
  •  > Notizie
  •  > Portomaggiore piange l’amato dirigente del volley

Portomaggiore piange l’amato dirigente del volley

La comunità commossa dalla scomparsa di Mauro Pariali, aveva 51 anni. Per lui una vita passata sui campi di pallavolo: da due anni era diesse della 4Torri

PORTOMAGGIORE. È morto Mauro Pariali, 51 anni, «grande uomo, grande amico, grande atleta». Si è spento in pochissimo tempo, lasciando un vuoto che adesso sembra incolmabile, ma che pian piano i ricordi di chi gli ha voluto bene o anche solo ha avuto la fortuna di incrociarlo nella vita, andranno a colmare almeno in parte. Un male devastante non gli ha lasciato scampo, gettando nello sconforto la moglie Anna Riccio, i genitori Lino e Catia e i fratelli Michele e Milena. «Ciao Mauro, amico mio. Ed ora misura il paradiso...», le parole del cugino Aurelio Pariali (ex sindaco portuense).

UNA VITA "PIENA"

Mauro era un geometra molto conosciuto a Portomaggiore come anche a Ferrara dove si era trasferito da qualche anno. Grande atleta, ha sempre giocato a pallavolo, passando tutto il suo tempo libero in campo e adesso era diesse della 4Torri Volley. Massimiliano Bristot, presidente della squadra, è distrutto dal dolore: «Non riesco ancora a crederci e a parlarne – dice con un filo di voce – domenica eravamo a una cena di tutta la squadra, lunedì abbiamo pranzato insieme per discutere di lavoro. Alla sera poi eravamo in palestra per l’allenamento della prima squadra. Ma mai e poi avrei pensato che potesse succedere una cosa così, ci ha lasciato tutti di stucco».

Bristot fa una pausa perché la voce è a questo punto rotta dalle lacrime: «Ricordo quando abbiamo giocato assieme tanti anni fa, poi ci siamo ritrovati dirigenti della 4 Torri. Un gran lavoratore, uno che stava con noi solo per la passione, senza nessun rimborso spesa: ho passato anche ore al telefono con lui, non l’ho mai sentito alzare la voce. Né con me né con nessun altro. Per noi della 4 Torri, per la pallavolo, è la perdita di una persona che godeva la stima di tutti».

AFFETTO E CALORE

Al dolore della 4 Torri e della Fipav Ferrara, si è unito ovviamente il Sama Team Volley, di cui Pariali è stato dirigente fino al 2018. E anche il Kleb Basket ha fatto arrivare il suo messaggio di cordoglio. Particolarmente significativi gli interventi di Ruggero Tosi e Lucio Faggioli: «Ho avuto la fortuna di condividere diversi anni con un ragazzo speciale – ha detto Ruggero Tosi, anch’egli dirigente 4 Torri –, di quelli che danno tutto loro stessi per fare andare bene le cose, di quelli che si assumono responsabilità senza farlo pesare, che non parlano mai a vanvera o fuori luogo, che sai che ci sono e che il loro contributo è sempre positivo, che infondono serenità anche solo con la loro presenza, che ti fanno migliorare perché non puoi fare altrimenti se vuoi lavorare con loro. Lui era così, queste qualità le aveva tutte perché era onesto, sincero».

DOLORE E LACRIME

«Ognuno di noi ha più di una famiglia, c’è quella di nascita, quella con moglie e figli e poi c’è quella del volley ferrarese, della quale Mauro faceva sicuramente parte - il ricordo di Faggioli, un altro ex giocatore -. La nostra grande famiglia oggi è più povera, la passione lo aveva portato ad essere prima atleta, poi allenatore ed infine dirigente». Ancora da fissare la data dei funerali. —

Annarita Bova e Raffaele Ziosi

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Pubblicato su La Nuova Ferrara