• Home
  •  > Notizie
  •  > Oggi per l’ultimo saluto a Tello cerimonia al campo sportivo

Oggi per l’ultimo saluto a Tello cerimonia al campo sportivo

Comune, famiglia e società hanno scelto di celebrare il rito allo stadio Fogli, la sua casa Il cordoglio della Codigorese e il ricordo del primo cittadino

CODIGORO

L’ultimo saluto a Massimo Telloli, responsabile tecnico della Codigorese, è previsto oggi alle 15. La novità, è che l’amministrazione comunale congiuntamente alla società calcistica hanno chiesto e ottenuto di poterli celebrare al campo sportivo “Fogli”, non solo perché era la “casa” di Tello, ma anche per garantire il necessario distanziamento ai tanti che vorranno partecipare. Ci saranno volontari a sorvegliare sulla corretta applicazione delle norme.

Telloli, morto lunedì mattina all’età di 50 anni per una grave malattia, contro cui ha combattuto un paio d’anni lascia la moglie Katya, i figli Mathilda e Matthias, la sorella Mara, il cognato Vanni, la nipote Giulia, gli altri parenti e i tanti amici e compagni di squadra che lo hanno conosciuto e amato Tello (com’era chiamato) in questi anni.

i ricordi

“Per la Nus Codigorese questo è un giorno di immenso dolore, perché ci ha prematuramente lasciati Tello, un grande amico, un uomo buono e di animo generoso, un appassionato autentico del calcio, testimone e interprete dei valori universali dello sport, valori incentrati sull’amicizia, sulla fratellanza, sull’altruismo, sul sapersi rimettere sempre in gioco, affrontando nuove avventure con il sorriso sulle labbra. Tello ha seguito con dedizione e spirito di abnegazione il settore giovanile granata, contribuendo a far crescere i calciatori in erba con quei sani principi, che lo hanno reso un gigante, che hanno fatto di lui un esempio, per bontà, generosità, coraggio. A nome di tutta la società le più sentite condoglianze alla famiglia».

«Ce l’hai voluto regalare tu il sole di oggi vero? Volevi provare a strapparci l’ennesimo sorriso eh Tello. “Ragazzi, non vi libererete tanto facilmente di me!”: mi sembra di sentirla qui fra la gola e il cuore la tua voce sonora mentre ci ammonisci bonariamente. Ma come facciamo a rivelarti che questo sole riaccende con più prepotenza i ricordi e che insieme a te se n’è andata anche una parte di noi. Me lo vuoi spiegare come faremo ora, come sapremo trovare un po’ di consolazione? Tu eri vita Massimo, eri vita, capisci?! Bastava starti accanto pochi minuti per capire che di te non si poteva più “fare senza”. Luce pura, allegria, energia, sana follia, gioia, forza, carisma, altruismo. Tu eri tutto questo e molto, molto di più. Provaci tu a trovare le parole per descrivere la vita: tu eri vita. E la vita non può abbandonare se stessa e così tu, vita, non potrai mai abbandonarci» sono le belle parole del sindaco Alice Sabina Zanardi.

Cordoglio anche nel mondo sportivo, dall’altra società codigorese, la Polisportiva Capitello, fino ad Atletico Fiscaglia e Copparese. E in segno di lutto rinviata all’1 dicembre la nuova iniziativa #oggileggoio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Ferrara