• Home
  •  > Notizie
  •  > Da inizio anno già altri dieci i femminicidi consumati

Da inizio anno già altri dieci i femminicidi consumati

Uccise da chi diceva di amarle. Dall’inizio del 2021, già altre 10 le donne assassinate: 1 ogni 5 giorni.

16 gennaio. Victoria Osagie, 34 anni, è stata uccisa dal marito, all’interno della propria casa, a Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia.

24 gennaio. Roberta Siragusa aveva 17 anni. Il suo cadavere, parzialmente carbonizzato, è stato ritrovato a Caccamo, provincia di Palermo, in un burrone. La procura di Termini Imerese, al termine di un lungo interrogatorio, ha disposto il fermo del fidanzato 19enne.

29 gennaio. Nella notte Teodora Casasanta, 39 anni, e il figlio Ludovico, 5 anni, sono stati uccisi con numerose coltellate dal 39enne marito e padre.

1 febbraio. Sonia Di Maggio, aveva 29 anni, è stata uccisa a Minervino di Lecce. La vittima si trovava per strada, nella frazione di Specchia Gallone, insieme al fidanzato, quando all’improvviso è stata aggredita dall’ex compagno.

7 febbraio. Ha perso la vita Luljeta Hestha, 47 anni, originaria dell’Albania, da 10 anni in Italia: 5 ferite di arma da taglio. È morta all’ospedale Humanitas di Rozzano, in provincia di Milano. Per la sua morte, la procura di Lodi ha fermato il convivente, un connazionale di 43 anni.

7 febbraio. A Palermo, è stata uccisa Piera Napoli, cantante di 32 anni, madre di 3 figli. Il marito, 37 anni, ha confessato l’omicidio: Piera gli aveva annunciato di non amarlo più.

7 febbraio. A Faenza, Ylenia Fabbri, 46 anni, è stata sgozzata poco prima dell’alba. Qualche giorno più tardi, le forze dell’ordine hanno fermato l’ex marito.

17 febbraio. Lidia Peschechera, 49 anni, è stata uccisa all’interno della sua casa a Ticinello, Pavia. L’allarme è stato lanciato dall’ex marito. Il cadavere di Lidia è stato ritrovato nella vasca da bagno. Nelle ore seguenti, le forze dell’ordine hanno fermato un ragazzo di 28 anni, ex convivente della vittima.

19 febbraio. Clara Ceccarelli, 69 anni, si sentiva minacciata dall’ex al punto da pagarsi i funerali. È stata uccisa con trenta coltellate nel suo negozio, nel centro storico di Genova.

22 febbraio. Deborah Sartori, uccisa nella notte in località Maso Saracini a Cortesano (Trento). A ucciderla l’ex marito Lorenzo Cattoni, 39 anni, che l’ha colpita più volte con un’ascia, in campagna dove stava lavorando. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Ferrara