• Home
  •  > Notizie
  •  > L’autopsia farà luce sulla morte del 78enne

L’autopsia farà luce sulla morte del 78enne

zocca. Sarà l’autopsia, disposta dall’autorità giudiziaria, a fare piena luce sulla tragedia costata la vita a Guido Partiti, l’imprenditore agricolo di 78 anni morto nelle prime ore di venerdì a seguito di un tragico incidente stradale avvenuto in via della Sbarra, al confine tra i territori di Riva del Po e Ferrara. Stando alle indagini, condotte dalla polizia locale di Ferrara, l’uomo, imprenditore agricolo molto conosciuto non soltanto a Zocca dove abitava, avrebbe perso il controllo della Lancia Y che guidava, molto probabilmente facendo ritorno a casa. L’auto è così finita nel Canal Bianco, in secca in questo periodo ma con un greto fatto di una pericolosa fanghiglia. Proprio nel fango il 78enne avrebbe tentato poi di divincolarsi dall’abbraccio mortale delle lamiere dell’auto, ma è deceduto pochi minuti dopo. Sarà appunto l’autopsia a fare piena luce sulle cause della morte, fra le quali non si esclude un malore o anche il freddo della notte.

Da anni Partiti gestiva un punto vendita di cocomeri e meloni che nel periodo estivo era anche punto d’incontro per numerosi clienti e amici. Il paese ha accolto con sgomento e dolore la morte di Partiti, con tanti messaggi di cordoglio arrivati in queste ore al figlio Stefano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Ferrara