• Home
  •  > Notizie
  •  > Dolore per il 20enne argentano morto. Martedì parte una raccolta fondi

Dolore per il 20enne argentano morto. Martedì parte una raccolta fondi

Grande solidarietà alla famiglia di Abdì, a cominciare dai compagni dell’Ipsia  Accertamenti dei carabinieri sul malore in casa che ne ha causato il decesso  

ARGENTA. La prematura e tragica scomparsa di Abdelilah Maiss, 20 anni, studente all’Ipsia di Argenta deceduto nella serata di venerdì all’ospedale di Cona dopo aver accusato un malore nella sua casa di Argenta, ha scosso l’ambiente scolastico dell’istituto Montalcini di Argenta. Numerosi i giovani che hanno conosciuto Abdì (come il ragazzo si faceva chiamare da tutti) e che negli anni hanno potuto apprezzare il suo affabile carattere.

la solidarietà

Proprio per questo motivo, per questo sentimento di fratellanza instaurata per cinque anni sia con i propri compagni che con il personale della scuola, ebbene, da martedì mattina, all’interno dell’istituto, partirà una raccolta fondi che verrà consegnata al padre, con il nobile obiettivo di contribuire alle ingenti spese del viaggio e del trasporto della salma in Marocco, il paese d’origine della famiglia.

stupore e sconforto

Questa lodevole iniziativa, va detto, era nell’aria fin da sabato mattina. Ovvero fin da quando la drammatica notizia è piombata fra le aule dell’istituto di via Matteotti, ad Argenta.

Notizia di una morte a cui nessuno voleva credere ma che, col passare delle ore, ha trovato, purtroppo, tutte le conferme del caso. E da quel momento lo sconforto, misto a un’incredulità straziante, ha preso il sopravvento.

visita alla famiglia

Immediatamente, dunque, si è deciso di percorrere la strada di una raccolta fondi sia tra gli studenti che fra gli insegnanti, per dimostrare massima solidarietà alla famiglia del giovane, colpita così profondamente da un dolore incommensurabile.

Inoltre, oggi pomeriggio, la dirigenza scolastica del medesimo istituto, assieme ad alcune insegnanti, andrà a trovare la famiglia Maiss per esternare vicinanza ai genitori e alla sorella Khadija, 22enne, anche lei studentessa con profitto dell’istituto argentano.

attesa per l’autopsia

Sulle cause della prematura morte di Abdì, i carabinieri della stazione di Argenta, dopo essere stati informati dell’accaduto, hanno svolto i primi accertamenti di rito, quelli che normalmente vengono effettuati quando muore una persona soprattutto all’età di 20 anni.

Accertamenti per il momento fermi in attesa dell’esito dell’autopsia che il magistrato ha disposto subito dopo la morte del ragazzo all’ospedale di Cona. Infatti, nella giornata di venerdì, Abdì Maiss ha accusato un malore nella sua abitazione e qualcuno lo ha trasportato all’ospedale Sant’Anna di Cona. Sottoposto ad accertamenti e nonostante le premurose cure da parte dei sanitari del nosocomio, purtroppo, poco più tardi l’ex studente dell’Ipsia è deceduto. —

Giorgio Carnaroli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Pubblicato su La Nuova Ferrara